Evento

Andrea Centazzo – Cycles of Life

14 dicembre 2018 - 21:00

Venerdì 14 dicembre alle ore 21.00 ritorna al Visionario il musicista Andrea Centazzo con il suo lavoro Cycles of Life, un concerto antologico che presenta il suo percorso attraverso la multimedialità. Percorso iniziato già nel lontano 1984 con la realizzazione del videofilm Tiare e delle successive video performances, dove il musicista “friulano – americano” elaborava in tempo reale su monitor le immagini degli strumenti che suonava dal vivo. Dopo uno iatus di più di 10 anni, in cui Centazzo si è dedicato completamente alla composizione per orchestra, e grazie anche all’avvento di nuove tecnologie, alla fine degli anni 90 ha potuto presentare immagini e musica sincronizzati del vivo in totale autonomia creativa e tecnica. Grazie all’uso di una tastiera digitale, due computer e suoni campionati, ha iniziato a creare vasti panorami sonori, impensabili fino a 15 anni prima.

Cycles of Life introdurrà una visualizzazione sintetica in tempo reale dei suoni campionati sovraimpressi alle immagini nella prima e ultima composizione del programma. Un evento denso di sperimentazione, di tecniche multimediali e di creatività estemporanea oltre che un documento di storia della musica contemporanea, visto che il noto musicista udinese naturalizzato cittadino americano (vive a Los Angeles da decenni) ha avuto modo di collaborare ed esibirsi con i più grandi della musica contemporanea mondiale.
Andrea Centazzo aprirà il concerto con Cycles of Life, mentre la seconda parte sarà un vero e proprio tripudio all’improvvisazione con l’ingresso sul palco di altri tre musicisti: Sergio Armaroli (percussionista, didatta e artista totale, la cui attività spazia in diversi campi artistici e musicali); Giancarlo Schiaffini (fra i primi esecutori di free-jazz negli anni ’60 è un fisico, compositore-trombonista, didatta e autore di molti libri); Giovanni Floreani (poliedrico artista autoctono che spazia dalla musica tradizionale alla sperimentazione dei “suoni naturali”).
Centazzo, Armaroli e Schiaffini hanno recentemente prodotto Trigonos, ovvero una sintesi musicale nel corso della quale riflettono, creano insieme sulle loro storie musicali, intellettuali e umane. Improvvisazione, come procedura, spazio mentale, immersione nei suoni, in se stessi. Questo sarà il concept che stimolerà i quattro musicisti ad esprimere la loro creatività nel modo più libero, ma allo stesso tempo relazionale, possibile.

L’evento udinese avverrà grazie al sostegno del Comune di Udine ed in particolare dell’assessorato alla Cultura e all’organizzazione e copartecipazione alle risorse dell’associazione culturale Furclap.

 

Andrea Centazzo – Cycles of Lifes
VISIONARIO
venerdì 14 dicembre ore 21.00
Ingresso gratuito

Condividi con i tuoi amici










Inviare