Evento

Stravisionario – Indie Summer Fest

dal 6 luglio 2017 al 24 agosto 2017

Il festival dedicato al cinema (fieramente) indipendente.
Due titoli inediti, in arrivo ogni giovedì di luglio e agosto al Visionario!

da giovedì 6 luglio
IO DANZERÒ
Stéphanie Di Giusto, Francia, 2016, 108’, Biografico
Anticipatrice della danza moderna Loïe Fuller è protagonista di un biopic seducente, dalle magnifiche coreografie, con due ottime attrici: Lily-Rose Depp e la cantante Soko. Un’icona della belle epoque, capace di rivoluzionare la sua epoca e la nostra. Presentato al Festival di Cannes 2016

da giovedì 13 luglio
VICTORIA
di Sebastian Schipper, Germania, 2015, 140’, Drammatico
In un locale di Berlino, Victoria conosce Sonne. Tra i due scatta qualcosa ma il romanticismo viene presto interrotto quando Sonne e i suoi amici devono ripagare un debito e Victoria si offre di aiutarli. Ma tutto va storto. Una ragazza. Una città. Una notte. Un unico piano sequenza. Orso d’argento alla Berlinale 2015.

UNA SETTIMANA UN GIORNO
di Asaph Polonsky, Israele 2016, 98’, Commedia
Un film beckettiano sull’assurdità della morte, una tragicommedia in cui Polonsky racconta una rinascita dal fondo, in equilibrio tra dramma e commedia. Nell’assurdità della perdita di un figlio, l’umorismo è la vita che si manifesta anche nel giorno più terribile. Presentato al festival di Cannes nella Semaine de la Critique

da giovedì 20 luglio
UNA VITA
di Stéphane Brizé, Francia, Belgio 2016, 119’, Drammatico
Ispirato a Guy de Maupassant, un melò che segue passo passo la protagonista dando allo spettatore la sensazione di assistere a una vita in diretta giocando su ellissi, repentini passaggi di tempo, parole e non detto, sguardi e reticenze.

L’INFANZIA DI UN CAPO
di Brady Corbet , Francia, 2015, 113’, Drammatico
La vita in quattro atti del piccolo Prescott, futuro immaginario leader di un partito di estrema destra. Al di là di meccanismi politici e sociali, cosa a livello umano ha contribuito alla formazione dei partiti nazionalisti degli anni 30? Un’opera ambiziosa, visivamente appagante e magmatica anche grazie alle musiche di Scott Walker. Premiato a Venezia nella sezione Orizzonti

da giovedì 27 luglio
NEMESI  annullata l’uscita nazionale del film nelle sale
di Walter Hill, USA, Francia, 2016, 95’, Thriller
Il leggendario regista Walter Hill (I guerrieri della notte) torna dietro la macchina da presa con questo thriller elettrizzante dalle tonalità neo-noir. Il killer Frank viene catturato da una chirurga plastica che per vendicare la morte del fratello, intrappola il sicario nel corpo di una donna. In cerca di vendetta, Frank si lancia in uno scontro senza quartiere con la persona che gli ha cancellato l’identità.

LA NOTTE CHE MIA MADRE AMMAZZÒ MIO PADRE
di Inés París, Spagna, 2017, 94’, Commedia
Una tranquilla cena di lavoro si trasforma in un’intricata storia famigliare. Incastrando un doppio gioco rivelato soltanto nel finale, con un colpo molto di ‘scena’, un esilarante intreccio che mescola Agatha Cristie e il più brillante humor spagnolo, Campione d’incassi in patria.

da giovedì 3 agosto
PRIMA DI DOMANI
di Ry Russo-Young, USA, 2017, 99’, Drammatico
Cosa succederebbe se oggi fosse l’ultimo giorno per il resto della tua vita? Un po’ Carrie, un po’ Ricomincio da capo, Prima di domani è un piccolo saggio su ciò che ci rende crudeli, un film provocatorio sull’amicizie che scompagina le bussole morali in un continuo crescendo. Presentato al Sundance Film Festival.

FUNNE – LE RAGAZZE CHE SOGNAVANO IL MARE
di Katia Bernardi , Italia, 2016, 74’, Documentario
A Daone, piccolo paesino tra le montagne, un gruppo di “ragazze” ottantenni sta facendo una riunione perché quest’anno il loro circolo non ha i fondi per la gita annuale. La presidentessa ha un’idea su come recuperare i fondi: un calendario da vendere porta a porta a Natale. Un film che ci parla di donne viste da una donna sprigionando un’energia e un’empatia irresisitibili.

da giovedì 10 agosto
INSOSPETTABILI SOSPETTI
di Zach Braff, USA, 2017, 126’, Commedia
Willie, Joe e Al sono tre pensionati che decidono di abbandonare la retta via quando vedono i loro fondi pensione andare in fumo. Un magnifico trio di attempati moschettieri Caine, Freeman e Arkin in una commedia dai tratti amari diretta da Zach Braff (Scrubs) che descrive un mondo paradossale ma molto più reale di quanto si possa immaginare. Vedere per credere.

METRO MANILA
di Sean Ellis, UK, 2013, 114’, Drammatico
In cerca di un futuro Oscar si trasferisce a Manila e qui ottiene un impiego come autista di camion blindati. Tutto sembra andare bene fino a quando Oscar scopre di essere coinvolto in una situazione piuttosto pericolosa. Tra richiami a Refn e Nolan, uno sguardo sulla realtà delle bidonville filtrata attraverso il gangster movie d’autore. Premio del pubblico al Sundance Film Festival.

da giovedì 17 agosto
DAWSON CITY – IL TEMPO FRA I GHIACCI
di Bill Morrison, USA, 2016, 120’, Documentario
Dawson City, Yukon, Canada. Tra la fine dell’Ottocento e gli anni ’20 c’era qui un cinema dove i film arrivavano con anni di ritardo e che poi rispedire costa troppo. A fine anni ’70 il ghiaccio riporta alla luce un piccolo giacimento. In molti casi, si tratta di film dati per perduti…

CIAO AMORE, VADO A COMBATTERE
di Simone Manetti, Italia, Tailandia, 2016, 74’, Documentario
È stata una modella. È stata un’attrice. Ora è una combattente. Dopo la dolorosa rottura con il fidanzato, Chantal scopre la Thai Boxe. Alla ricerca di una via di fuga, vola in Thailandia per alcune settimane: le settimane diventano anni, nel corso dei quali Chantal arriva a combattere sui ring più importanti e a conquistare quattro titoli mondiali. Miglior film al Biografilm Festival.

da giovedì 24 agosto
ON THE MILKY ROAD – SULLA VIA LATTEA

di Emir Kusturica, Serbia 2016, 125’, Drammatico
Ogni giorno, durante la guerra, un lattaio attraversa il fronte per portare la merce ai soldati. Benedetto dalla fortuna e amato da una bella compagna, l’uomo sembra destinato a un futuro di pace. Tuttavia, l’arrivo di una misteriosa donna italiana sconvolge la sua vita. Nuova ballata di Kusturica, che torna a raccontare la sua terra devastata dalla guerra e riscattata da un’indomita vitalità

NEBBIA IN AGOSTO
di Kai Wessel, Germania 2016, 126’, Drammatico
Germania, inizio anni ’40. Ernst è un orfano che i riformatori hanno giudicato ineducabile e per questo confinato in un’unità psichiatrica. Qui alcuni piccoli internati vengono uccisi sotto la supervisione del dottor Veithausen. Ernst decide di opporre resistenza aiutando gli altri pazienti e pianificando la fuga. Miglior film al festival di Giffoni.

 

Siete interessati a più titoli della rassegna? Acquistate lo speciale abbonamento Stravisionario (4 film a scelta a soli €12). Vi ricordiamo che per ogni film sono comunque in vigore le normali tariffe del cinema, con relative riduzioni, e anche l’abbonamento Io sono Visionario.

Condividi con i tuoi amici










Inviare