DALLA TELA ALLO SCHERMO: PITTORI AL CINEMA

05.03.2020

Cinema e pittura intrattengono da sempre un legame profondo. E non solo per l’influenza che la pittura esercita sullo sguardo dei registi (basti pensare all’ascendente che l’opera di Edward Hopper ha avuto sul cinema di Hitchcock e Lynch), ma anche perché la vita dei grandi artisti, spesso irrequieta e disordinata, ma percorsa da sprazzi di genuina bellezza, sembra fatta per essere sceneggiata. Ecco quindi che l’arte è ancora una volta protragonista al cinema con Volevo nascondermi, l’ultimo film di Giorgio Diritti presentato al Festival di Berlino. Il film racconta la vita del pittore e scultore italiano Antonio Ligabue, interpretato da Elio Germano, che per il suo ruolo ha vinto l’Orso d’argento per il miglior attore. Ma di pittura (e di amore) parla anche Ritratto della giovane in fiamme di Céline Sciamma, molto apprezzato sia dalla critica che dal pubblico. Ambientato nella Francia di fine Settecento, il film è la storia di due giovani donne, una pittrice e la sua modella, e della passione che le travolgerà.
In Mediateca, ad aspettarvi, molti altri titoli che testimoniano il felice connubio tra cinema e pittura, due forme d’arte che, per nostra fortuna, non smettono di comunicare e di contaminarsi.

– Caravaggio: l’ombra del genio (8536)
– Frida (8538)
– Klimt (8535)
– I misteri del giardino di Compton House (7210A)
– Nightwatching (11784)
– Turner (10785)
– L’ultimo inquisitore (8478)
– La tela animata (10688)
– Pollock (5817)
– I colori della passione (8376)

Condividi con i tuoi amici










Inviare