Corso

Anatomia del film: L’ultimo dei mohicani

8 maggio 2019 - 17:30

Il ciclo dei Racconti di Calza di Cuoio (Leatherstocking Tales) di James F. Cooper costituisce un autentico repertorio mitopoietico della cultura americana, intelaiatura dell’immaginario western per come lo conosciamo. Realizzare nei primi anni Novanta un nuovo adattamento dell’Ultimo dei Mohicani significa perciò inevitabilmente ripercorrere la genealogia non soltanto di una Nazione – dal punto di vista diegetico siamo nel 1757, al terzo anno della guerra tra inglesi e francesi per la supremazia sulle colonie nordamericane  – ma anche di una formazione discorsiva. È l’epifania di Mann come autore (post)classico, ma anche una celebrazione somma del movimento – e degli uomini e della mdp –, impensabile nella classicità. “Il film va verso l’alto”. Nella sequenza d’apertura, tre uomini risalgono dal sottobosco; nell’indimenticabile segmento finale, corpi precipitano lungo pareti a strapiombo, sulle note di Promentory di Trevor Jones.

 

CINEMA CENTRALE
8 e 15 maggio ore 17.30
Ingresso libero riservato ai soci della Mediataca
Per iscrizioni: mediateca@visionario.info

Condividi con i tuoi amici










Inviare